top of page

Distretti calzature ormai al collasso

Il calzaturificio Moreschi, leader nella produzione di calzature di lusso, ha riaperto lunedì dopo la pausa estiva, con l'organico al completo, ovvero oltre 220 dipendenti. Da marzo è cambiata la proprietà ed ora è stata richiesta una "seconda" cassa integrazione Covid, sostanzialmente quella annunciata dal governo a fine agosto.





Oltre al prolungamento delle settimane di cassa integrazione Covid, il governo ha prolungato anche i termini del "divieto di licenziamento". Prima dell'estate Grechi aveva detto che molte imprese del nostro territorio a settembre rischiavano di non riaprire, 1 su 5 era la stima, e che il 50% dovrà affrontare importanti problemi di riorganizzazione del personale.












credit:

la provincia pavese


2 visualizzazioni0 commenti
bottom of page