top of page

Indagine dei Nas sulle Rsa in Lombardia e Piemonte: individuate irregolarità

Le problematiche emerse dai primi accertamenti: carenze infrastrutturali, mancanza di dispositivi di protezione e sproporzione fra ospiti e personale. Indagine dei Nas sulle Rsa in Lombardia e Piemonte: individuate diverse irregolarità.






Le problematiche emerse dai primi accertamenti: carenze infrastrutturali, mancanza di dispositivi di protezione e sproporzione fra ospiti e personale. Indagine dei Nas sulle Rsa in Lombardia e Piemonte: individuate diverse irregolarità. Indagine dei Nas sulle Rsa in Lombardia e Piemonte: individuate diverse irregolarità Il lavoro del Nucleo anti sofisticazioni dei Carabinieri è ancora in corso ma sono già state individuate diverse falle nel sistema delle Rsa nel Nord Italia durante l’emergenza Coronavirus, soprattutto per ciò che concerne le strutture piemontesi e lombarde. Tre grandi problematiche rilevate dai Nas Quali sono le inadempienze maggiori trovate all’interno delle Rsa dai Nas in seguito alle prime indagini effettuate? Tre grosse problematiche sono emerse a fronte dei controlli: la sproporzione fra gli ospiti e il personale sanitario presente, la mancanza di dispositivi di protezione come mascherine e grembiuli per il personale sanitario e le carenze infrastrutturali che hanno reso impossibile l’isolamento degli ospiti positivi. Nodo tamponi Si torna, inevitabilmente, al nodo tamponi. Era necessario farne di più? Sicuramente sì, chiariscono i Nas, quello dei tamponi risulta essere fra gli elementi sotto accertamento. Gli investigatori intendono chiarire quali sono stati i meccanismi organizzativi che non hanno consentito di effettuarne un maggior numero, procedura che avrebbe potuto limitare l’esposizione al rischio.






credits:

il giornale dei navigli


22 visualizzazioni0 commenti
bottom of page