top of page

Lombardia: fino al 30 giugno mascherine obbligatorie

In Lombardia il virus circola ancora: ieri si sono registrati altri 210 casi positivi. Quasi la metà (97) in provincia di Milano, mentre sono stati 38 i nuovi contagi nella città capoluogo. Il dato lombardo rappresenta il 60% della diffusione del contagio in tutta Italia, dove ieri si sono registrati 346 casi positivi.





In provincia di Pavia calano i contagi e i morti, anche se la curva dell'epidemia non ha ancora toccato il fondo e questo significa che il virus è ancora in circolazione. Ieri si sono registrati altri 16 contagi contro i 23 di venerdì (che fanno salire a 5.472 i pazienti pavesi che hanno contratto il Covid dall'inizio dell'emergenza) e altre 3 persone hanno perso la vita (venerdì c'erano stati 8 decessi). Ed è proprio il dato dei morti che colpisce di più: in tutto il periodo di crisi sanitaria hanno perso la vita in provincia di Pavia 1.261 persone.


Per quanto riguarda i contagi, l'andamento continua a far registrare nuovi casi positivi. Anche per la diffusione del contagio la provincia di Pavia fa registrare numeri alti in regione. I casi di ieri sono più bassi solo rispetto a Milano (97), Bergamo (22) e Brescia (21). Una tendenza che è stata mantenuta anche nelle scorse settimane. La diffusione nei comuni vede Pavia in testa, con 561 contagi dall'inizio dell'epidemia (sono inclusi decessi e guariti), seguita da Vigevano (553) e da Voghera (471). Con più di cento contagi registrati ci sono Mortara (169), Stradella (145), Belgioioso (133), Certosa di Pavia (122), Cilavegna (121), Garlasco (115), Broni (114), e Cava Manara (102 casi).







credits:

la provincia pavese




61 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page