Si allontana sempre di più il ricordo della Vigevano capitale della calzatura.

Aggiornamento: 15 giu 2020

Artigiani, licenziamenti dopo l'estate. Alla base di tutto c'è l'emergenza sanitaria del Coronavirus: con il lockdown molti gli imprenditori si sono visti costretti ad anticipare di tasca propria la cassa integrazione per i dipendenti, rimandando il pagamento dei fornitori.





Alla base di tutto c'è l'emergenza sanitaria del Coronavirus: con il lockdown molti gli imprenditori si sono visti costretti ad anticipare di tasca propria la cassa integrazione per i dipendenti, rimandando il pagamento dei fornitori. Ora però anche i fornitori non possono più aspettare. I soldi della cassa integrazione non sono ancora arrivati dallo Stato, tant'è che ci sono lavoratori senza stipendio da più di un mese, e gli ordini dei clienti, soprattutto quelli dall'America, sono praticamente azzerati. Se va avanti così, non scadrà il divieto di licenziamento imposto dal governo molti dipendenti rimarranno senza un lavoro, perché i fatturati sono crollati e di ordini nuovi non se ne vedono proprio.



#Vigevano #CoronaVirus #ArtigianiLicenziamenti



credits:

la provincia pavese


104 visualizzazioni0 commenti