top of page

Un Paese rimasto senza badanti«In tre mesi il 50% di dimissioni»

Aggiornamento: 27 lug 2020

Col dilagare dell'epidemia nei paesi dell'Est Europa, sta provocando conseguenze pesanti fra le famiglie italiane che impiegano badanti e collaboratrici domestiche: i patronati dei sindacati e le associazioni dei datori di lavoro segnalano serie difficoltà nel trovare personale, visto che molte badanti sono tornate in Moldavia, Ucraina o Romania e non hanno ancora fatto ritorno. Ci sono moltissime lavoratrici bloccate in Moldavia, che non riescono a tornare in Italia.















credit:

la provincia pavese


29 visualizzazioni0 commenti
bottom of page