top of page

Italia. Padri separati. La pandemia ha avuto ripercussioni notevoli sul mercato del lavoro.

Ha reso ancor più difficile la situazione già precaria di molti padri separati, alle prese con il proprio sostentamento e con l’assegno di mantenimento per la famiglia.

Un’ emergenza sociale, la loro, che l’emergenza sanitaria ha reso sempre più impellente.

Per i genitori separati il decreto sostegni in fase di riconversione in legge in Parlamento prevede così un aiuto.

Un emendamento al decreto prevede, infatti, l’ assegnazione di un assegno per supportare chi, a causa della pandemia, ha cessato o ridotto l’attività lavorativa se non addirittura perso tutto.

Il fondo previsto per permettere ai padri separati di garantire una parte o l’intero importo del mantenimento dovuto al coniuge è di 10 milioni di euro. L’assegno mensile potrà essere al massimo di 800 €.

Tutti i dettagli e i criteri per l’erogazione saranno contenuti in un decreto del presidente del Consiglio dei ministri che sarà approvato entro 60 giorni dalla conversione in legge del Decreto 41/2021 “decreto sostegni”.











credit:

metropolitano




5 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page